Stripping, Trimming e Plucking

STRIPPING, TRIMMING E PLUCKING: perchè e per chi

Lo STRIPPING ma anche il TRIMMING e il PLUCKING sono tecniche di toelettatura per cani dal manto ruvido, poco utilizzate perché richiedono tempo e pazienza. Tutti consistono nello “strappare” manualmente quella parte di pelo che ha già concluso il suo ciclo vitale, il cosiddetto pelo morto STRIPPING – Il pelo ruvido ha un ciclo di vita piuttosto breve, per questo bisogna strippare spesso il cane: per eliminare il pelo morto e lasciare spazio di crescita a quello nuovo, più folto e più lucido. Eviterà inoltre l’insorgere di dermatiti e la fastidiosa perdita di pelo in casa. Lo stripping viene effettuato a mano con l’ausilio di speciali attrezzature prive di lama ed il pelo morto viene rimosso con azione meccanica costante, assolutamente indolore per il cane TRIMMING – Questa operazione è sostanzialmente un’azione di mantenimento dello stripping. Più blanda e meno profonda dello stripping, viene effettuata anch’essa su tutto il corpo del cane. Il pelo morto viene strappato solo manualmente – sempre in modo indolore. Dovrebbe avere una frequenza mensile. PLUCKING – ancora più blanda del trimming, con la tecnica del plucking il toelettatore va solo a definire piccoli particolari del musetto del cane a pelo ruvido, strappando (strippando per l’esattezza) pochissime quantità di pelo morto. Il toelettatore attento assocerà questa tecnica ad ogni bagnetto per far sì che il cane sia sempre in ordine. Ovviamente se passa troppo tempo tra una toelettatura e l’altra sarà inevitabile ripartire dallo stripping